News ed Eventi

13 luglio 2022 Giornate Fitopatologiche 2022, ecco come scaricare le presentazioni dei relatori

Una breve sintesi dell'edizione 2022 dove sono stati presentati oltre cento lavori sperimentali. Nel testo indicazioni per accedere agli atti, alle presentazioni e alle registrazioni dei relatori

Giornate Fitopatologiche 2022, ecco come scaricare le presentazioni dei relatori

Venerdì 24 giugno 2022 si sono concluse le "Giornate Fitopatologiche 2022" iniziate martedì 21 giugno a Bologna presso il Centro Congressi di Fico Eataly World. Un'edizione tornata finalmente in presenza dopo quattro lunghi anni e che ha fatto registrare numeri di tutto rispetto: appena al di sotto dei quattrocento i partecipanti in presenza, cinquanta i relatori e moderatori coinvolti e oltre 450 le visualizzazioni dei due incontri trasmessi in streaming e attualmente fruibili sul canale YouTube delle Giornate Fitopatologiche.

 

L'edizione 2022

In apertura dell'incontro Agostino Brunelli, presidente del Comitato di Gestione delle Giornate Fitopatologiche, ha ricordato che l'evento è giunto alla 30esima edizione ed è nato sessanta anni fa proprio a Bologna grazie alla lungimiranza del professore Gabriele Goidanich, allora direttore dell'Istituto di Patologia Vegetale della Facoltà di Agraria. L'idea vincente è stata quella di dar vita a un nuovo modello di comunicazione per ampliare il numero di operatori della filiera agroalimentare a cui far arrivare i risultati della ricerca e della sperimentazione in campo fitoiatrico.

 

Rosalba Lanciotti, direttrice del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari (Distal) dell'Università di Bologna, ha sottolineato che le Giornate Fitopatologiche giocano un ruolo di primo piano per favorire la transizione ecologica delle filiere agroalimentari verso la sostenibilità e permettono di far conoscere l'impatto e le ricadute che i risultati della ricerca scientifica hanno sulla società.

 

Gianfranco Romanazzi, presidente dell'Associazione Italiana per la Protezione delle Piante (Aipp), ha ricordato che le Giornate Fitopatologiche rimangono la più importante manifestazione a livello nazionale nel campo della protezione delle piante, viste le numerose emergenze fitosanitarie dovute alle nuove avversità che sempre più colpiscono la nostra agricoltura e che richiedono un veloce e rapido trasferimento delle conoscenze e delle innovazioni.

 

Infine, Marina Collina del Distal e responsabile della Segreteria organizzativa delle Giornate Fitopatologiche, ha illustrato la grande novità di questa edizione che ha riservato ampio spazio agli oltre cento lavori sperimentali presentati da coordinatori esperti dei diversi argomenti di ricerca e in grado di cogliere i caratteri di innovazione di ogni lavoro, soddisfacendo le diverse esigenze di informazione dei fruitori dell'evento.


Gli atti, le presentazioni e le registrazioni dei relatori

L'edizione 2022 delle Giornate Fitopatologiche ha mantenuto la classica suddivisione per sezioni, con approfondimenti su temi di attualità di particolare interesse che impattano sulla gestione della difesa fitosanitaria, e con la presentazione di nuovi principi attivi per la lotta alle avversità animali e alle malattie e contro le piante infestanti.

 

Le presentazioni dei relatori intervenuti alle Giornate Fitopatologiche 2022 sono disponibili al seguente link e, dalla metà di luglio, sul canale YouTube delle Giornate Fitopatologiche saranno pubblicate periodicamente, con una pausa nelle prime settimane di agosto, una serie di interviste e tutte le registrazioni degli interventi dei relatori.

 

Ogni pubblicazione sarà accompagnata dall'invio di una newsletter informativa a cadenza quindicinale.


I lavori sperimentali, come di consueto, sono stati raccolti negli atti, disponibili in formato cartaceo oppure su supporto Usb.

 

Per eventuali richieste è possibile scrivere alla Segreteria organizzativa all'indirizzo email giornatefitopatologiche@unibo.it.

 

Patrocinio, sponsor ed espositori

Questa edizione, come le più recenti, è stata sostenuta da Agrofarma e dall'International Biocontrol Manufacturers Association (Ibma) e patrocinata dalle principali società scientifiche italiane.

 

Due gli sponsor, Agrea e Agrinet 2000, che hanno desiderato dare il loro contributo.

 

Inoltre, sono stati allestiti dieci punti espositivi volti non solo a finalità di promozione commerciale, ma anche per offrire ai partecipanti un'occasione qualificata di contatto, informazione e aggiornamento sui temi inerenti la fitoiatria.

Fonte: AgroNotizie